Olio delle Terre di Calenzano: identità e tradizione

 

 

Le mani scandiscono il tempo del lavoro, custodiscono la terra, in un legame antico e duraturo. Coltivare e curare è un’arte millenaria. E a Calenzano questa arte è realtà. Sembra immutabile, invece si rinnova ed evolve grazie alla saggezza, la lungimiranza, la passione di donne e uomini che investono sul proprio territorio, stagione dopo stagione, affinché possa regalare i suoi frutti.

Le mani proteggono e accompagnano questo tesoro dai rami degli olivi fino al frantoio, con attenzione e con cura, perché possa realizzare tutto il suo potenziale.

E’ una terra generosa, quella di Calenzano, che restituisce un’eccellenza di gusto, l’olio, dai profumi e sapori unici.

Qui si incontrano la sapienza di un’antica tradizione e l’ambizione di una continua ricerca per arrivare all’obiettivo desiderato. Quello che alla fine sgorga, grazie alla sapienza e alla determinazione, è l’Olio delle Terre di Calenzano, unico come il suo territorio e come la comunità in cui nasce.

L’olio extra vergine di oliva delle Terre di Calenzano nasce da un percorso sperimentale dell’Amministrazione Comunale di Calenzano con gli olivicoltori. Un percorso di condivisione di valori, tutela della biodiversità, valorizzazione del patrimonio agroalimentare e paesaggistico del territorio.

Il progetto è in collaborazione con il Centro Nazionale per le Ricerche – Istituto per la BioEconomia, che si sta occupando anche di censire e catalogare gli olivi “particolari” di Calenzano, piante autoctone con caratteristiche specifiche, che si sono adattate meglio ai cambiamenti climatici. Scopo dell’accordo tra Comune e Istituto di ricerca è salvaguardare e far conoscere questa biodiversità sul territorio.