I Cammini dell'Acqua

cammini dell'acqua

IL PROGETTO

Calenzano: I Cammini dell’Acqua – Un fiume di storie & emozioni, tra natura & mulini”, è un progetto promosso dall’Amministrazione Comunale di Calenzano e sponsorizzato da Publiacqua S.p.A., attraverso un bando a sostegno di progetti di promozione e tutela del territorio.

L’obiettivo generale del progetto è quello di rendere fruibile e attrezzato parte dell’ambito fluviale, con interventi di limitato impatto e facilmente reversibili, sia per conformarsi ai limiti imposti dalle norme di sicurezza, sia per facilitare gli adeguamenti alle diverse esigenze dei modelli di vita urbana. Il progetto proposto, prevede la realizzazione di un percorso che valorizzi la risorsa acqua in ottica di mobilità lenta e crei sinergie tra città e patrimonio territoriale, sviluppando un turismo didattico e ludico, di scoperta ed esperienziale, che permetta la creazione di nuove forme di eco-turismo alla portata di tutti. Un percorso di mobilità lenta con un forte carattere sensoriale tra la città e il torrente, dove il visitatore possa sviluppare un contatto diretto ed emozionale con la natura, in particolare con l’acqua, inquadrato nel contesto del Parco di Travalle che comprende il Torrente Marina, il Torrente Marinella di Travalle, le identità storiche come i mulini e la realtà agricola, ma anche una vicinanza e connessione al contesto urbano.

I “Cammini dell’acqua” è un percorso di valorizzazione della risorsa idrica, che ha il suo cuore pulsante nel Parco di Travalle, dove si sviluppa per circa 7,4 Km, con tre sentieri tematici che “ricalcano” tracciati esistenti di piste ciclopedonali e/o sentieri, strade bianche e due percorsi sensoriali. Con l’aiuto di bacheche narranti, sarà possibile conoscere il territorio e la sua storia e in particolare il ruolo della risorsa acqua.

Il progetto vuole contribuire alla messa in rete delle aree agricole e alla creazione di sinergie tra i corsi d’acqua, gli elementi ad essi collegati nella storia come i mulini e le aree limitrofe, tramite il coinvolgimento di tutte le tracce storiche presenti lungo il tracciato del percorso proposto, sfruttando allo stesso tempo la rete sentieristica e ciclopedonale, creando dei percorsi sensoriali.

Inoltre, mira alla creazione di un turismo slow all’interno di un territorio dall’alto valore paesaggistico, ambientale e culturale segnato da numerosi elementi storici. Oltre a valorizzare il paesaggio ambientale e a fornire un sostegno alle attività presenti sul territorio, il progetto intende guidare il fruitore nella riscoperta delle risorse naturali.

L’intero progetto ha obiettivi condivisi con le potenzialità del territorio; una guida per identificare le linee strategiche da seguire:

promuovere la conoscenza e il ruolo sul territorio del Parco di Travalle e di tutti i suoi caratteri itinerari e i landmark (es. mulini storici), che rappresentano una parte fondamentale del patrimonio territoriale da preservare e gestire in ottica sostenibile affinché le generazioni attuali e future possano godere di questi spazi da un punto di vista ambientale e sociale;

migliorare lo sviluppo sostenibile e la gestione del turismo slow nell’area, tenendo conto delle esigenze ambientali, dei residenti, delle imprese locali e dei city users e fruitori.

foto covelli

 

IL PERCORSO DEL PROGETTO

timeline

Il Comune di Calenzano negli anni ha avviato numerosi progetti per la salvaguardia ed il governo delle risorse territoriali, infatti in quest’ottica ha deciso di partecipare al bando di sponsorizzazione “I Cammini dell’Acqua” promosso da Publiacqua S.p.A., iniziativa coerente con gli obiettivi e le finalità dell’amministrazione e di particolare interesse e qualificante.

L’amministrazione ha infatti manifestato il proprio interesse e consenso ad aderire al bando promosso da Publiacqua S.p.A. “I Cammini dell’Acqua” e nel mese di luglio 2021 ha approvato il progetto da presentare “Calenzano: I Cammini dell’Acqua – Un fiume di storie & emozioni, tra natura & mulini”; obiettivo centrale del progetto: valorizzazione della risorsa acqua e tutela del patrimonio ambientale e storico, attraverso progetti di mobilità dolce e sostenibile connessi con il Torrente Marina e il Torrente Marinella di Travalle.

Successivamente nel mese di settembre 2021 Publiacqua S.p.A. ha confermato l’interesse a sponsorizzare il progetto presentato dal Comune di Calenzano attraverso l’erogazione di un contributo.

Dal mese di ottobre 2021 – giugno 2022 sono stati avviati tutti gli step necessari per la realizzazione del progetto (es. individuazione materiali, fornitori…).

TRE ITINERARI TEMATICI

mappa

 

legenda

I Cammini dell’Acqua – Un fiume di storie & emozioni, tra natura & mulini”, sono sviluppati attraverso tre sentieri tematici, itinerari turistici, storici con la valorizzazione degli ex mulini, itinerari naturalistici con la valorizzazione della flora e della fauna lungo il corridoio ecologico del Torrente Marina e dell’area boscata, per ristabilire un equilibrio tra i sensi, tra uomo e ambiente. Inoltre lungo i sentieri sono presenti due percorsi sensoriali in legno con diversi materiali naturali (corteccia, sabbia, ghiaia, selciato in legno, tronchetti, ciottoli, ceppi e tronchi grossi), che consentono un ritorno alle origini, stimolando i sensi, attraverso gli odori, i suoni, le luci, le ombre e le sensazioni tattili, sollecitando i fruitori e rendendo il coinvolgimento esperienziale, totale e immersivo.

I sentieri saranno dotati di bacheche e segnaletica informativa, guide agli itinerari. Inoltre alcune bacheche avranno anche testi in codice Braille, codice di lettura e scrittura utilizzato dagli ipovedenti, per poter garantire un’ampia fruizione.

I tre itinerari/sentieri possono essere scoperti con diverse modalità: a piedi, a piedi con il proprio “amico a 4 zampe” e in bicicletta, ad eccezione dei percorsi sensoriali che sono stati pensati esclusivamente per le persone, che li scopriranno a piedi nudi.

Il tempo di percorrenza dei sentieri è variabile in quanto i fruitori possono scegliere di immergersi in una giornata di totale relax al contatto con l’ambiente o semplicemente dedicarsi alla lettura delle bacheche narranti presenti lungo i percorsi.

I Cammini dell’Acqua sono percorsi tematici alla portata di tutti, non richiedono particolari capacità fisiche e/o psichi-che, ma soltanto tanta voglia di mettersi in gioco, i diversi sentieri e percorsi sono adatti a:

bambini e ragazzi, almeno con la presenza di un adulto o in caso di gite scolastiche e/o uscite didattiche con la presenza di almeno 2 insegnanti o Guide Ambientali Escursionistiche. In particolare per i percorsi sensoriali “A piedi nudi nel bosco” è sempre consigliata la presenza di un adulto;

utenti giovani e senior allenati e non, possono fruire di tutti i percorsi e sentieri;

amanti dello sport all’aperto, il percorso si presta ad un allenamento leggero, in quanto non sono presenti particolari asperità, è possibile poi proseguire verso il Sentiero CAI 28, dorsale della Calvana;

turisti e appassionati della natura, potranno immergersi in un turismo slow ed ecologico;

disabili, è consigliato accedere ai percorsi in compagnia di una persona oppure in occasione di manifestazioni pubbliche e iniziative con la presenza di Guide Ambientali Escursionistiche e/o Psicomotricista, associazioni sociali che possono essere di supporto.

Per quanto riguarda le persone non vedenti e/o ipovedenti è consigliato l’accesso ai sentieri sempre con una persone e/o cani guida. Accanto alle bacheche sono presenti dei pannelli con Codice Braille per consentire la massima fruizione a tutti gli utenti.

 

ATTENZIONE!

Alcuni sentieri e percorsi sensoriali sono nelle aree di pertinenza fluviale pertanto potrebbero essere esposti a rischi naturali legati anche ad eventi climatici, gli utenti dovranno necessariamente osservare le norme di sicurezza previste.

Prima di iniziare la propria esperienza lungo I Cammini dell’Acqua è fondamentale consultare i bollettini delle criticità quotidianamente emessi dal Centro Funzionale Regionale della Toscana (https://www.cfr.toscana.it/) o con specifico riguardo alle condizioni meteorologiche e le previsioni meteo elaborate dal Consorzio LAMMA (http://www.lamma.rete.toscana.it/).

Le regole di utilizzo e fruizione dei sentieri e percorsi sono state riportate anche nelle bacheche informative per ricordare agli utenti che sono tenuti a tutelarsi e informarsi sulle previsioni del tempo, equipaggiandosi adeguatamente e assumendo un comportamento consono ad ogni situazione.

IN CASO DI ALLERTA METEO NON È CONSENTITO L’ACCESSO AL SENTIERO

 

logo

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Ambiente
Ultimo aggiornamento: 10/06/2022 11:46.16