Proroga degli atti relativi all'edilizia

Dagli uffici
     

A) Proroga di 90 giorni, dalla data di fine emergenza sanitaria, il 31/01/2021, della validità degli atti relativi all'edilizia.

Il comma 2 dell'art. 103 del DL n. 18 del 17 marzo 2020 stabilisce che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori [...], in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza (31/01/2021).

La disposizione si applica anche alle segnalazioni certificate di inizio attività, alle segnalazioni certificate di agibilità, nonché alle autorizzazioni paesaggistiche e alle autorizzazioni ambientali comunque denominate. Il medesimo termine si applica anche al ritiro dei titoli abilitativi edilizi comunque denominati rilasciati fino alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.


B) Proroga ai sensi della legge n. 120 dell'11 settembre 2020.

Il comma 4 dell'art. 10 della L. n. 120 dell'11 settembre 2020, stabilisce che per effetto della comunicazione del soggetto interessato, sono prorogati, rispettivamente, di un anno e di tre anni i termini di inizio e ultimazione lavori dei permessi di costruire rilasciati o formatisi fino al 31 dicembre 2020 (purchè tali termini non siano già decorsi al momento della comunicazione), anche se già beneficiari di proroga ai sensi dell'art. 15, comma 2 del TU n. 380/2001; la medesima proroga si applica anche alle SCIA presentate entro il 31 dicembre 2020 ai sensi degli artt. 22 e 23 del TU n. 380/2001.

 

C) Proroga convenzioni di lottizzazione ai sensi della L. n. 120 dell'11 settembre 2020.

Il comma 4-bis dell'art. 10 della L. n. 120 dell'11 settembre 2020 stabilisce che il termine di validità nonché i termini di inizio e fine lavori previsti dalle convenzioni di lottizzazione di cui all’articolo 28 della legge 17 agosto 1942, n. 1150, dagli accordi similari comunque denominati dalla legislazione regionale, nonché i termini dei relativi piani attuativi e di qualunque altro atto ad essi propedeutico, formatisi al 31 dicembre 2020, sono prorogati di tre anni. La presente disposizione si applica anche ai diversi termini delle convenzioni di lottizzazione di cui all’articolo 28 della legge 17 agosto 1942, n. 1150, o degli accordi similari comunque denominati dalla legislazione regionale nonché dei relativi piani attuativi che hanno usufruito della proroga di cui all’articolo 30, comma 3-bis, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98.

Ultimo aggiornamento: 02/03/2021 10:37.33