Festa delle api e della biodiversità 2022

Evento
     

È promossa dal Comune, organizzata dall’ATC e inizia martedì 17 maggio alle 18, con l’inaugurazione a CiviCa della mostra "I 28 fenotipi autoctoni di olivo a Calenzano", individuati grazie al progetto con il CNR (Centro Nazionale di Ricerca) per individuare e diffondere queste specie, valutandone anche la capacità di adattarsi al cambiamento climatico.

Sabato 21 maggio si terrà la vera e propria Festa delle Api e della Biodiversità, con eventi, laboratori, mercatino alimentare e di arte e ingegno, dalle 10 alle 18 in piazza Vittorio Veneto. 

Alle 10 nel municipio verrà inaugurata la mostra di disegni “Clima, bosco, olivi: studiare la biodiversità degli ecosistemi partendo dalla ricchezza del nostro territorio”, nell’ambito del progetto di educazione ambientale delle tre scuole primarie di Calenzano.

Alle 10.30 verrà presentato il progetto “FruBio, frutticoltura biodiversa”, a cura di Unifi-Dagri, con passeggiata a Travalle, nell’azienda agricola Semia. Sempre alle 10.30 si terrà il laboratorio “Gioca con noi”, per bambini da 3 a 14 anni, a cura dell’associazione Sale in Zucca.

Per l’intera giornata, in piazza, si terranno i laboratori “La bottega di Geppetto”, per la costruzione di oggetti con legno di recupero, e “La casetta degli insetti”, a cura dell’associazione Fantulìn. Nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, ci sarà il laboratorio “La casa di vetro delle api: osserviamole e regaliamogli un fiore”, a cura di Arpat (associazione regionale produttori apistici toscani). Per quest’ultimo laboratorio è consigliata la prenotazione all’ATC: 055 0502161.

Presso lo stand del Comune potrà essere ritirato il calendario delle semine di piante amiche delle api e una bustina di semi.

La settimana si concluderà mercoledì 25 maggio alle 17 a CiviCa, con il convegno “Strategie di tutele della biodiversità: sinergie tra pubblico e privato”, realizzato in collaborazione con Anci, Università di Firenze e il CNR.

Dopo i saluti del sindaco, interverranno Anci Toscana, l’assessore all’ambiente di Calenzano, l’istituto di bioeconomia del CNR, il dipartimento di scienza e tecnologie agrarie alimentari e forestali dell’Università di Firenze e la direzione agricoltura e sviluppo rurale della Regione Toscana. Modera il dipartimento di architettura dell’Università di Firenze.
 

Ultimo aggiornamento: 18/05/2022 11:06.51