Autocertificare

L'autocertificazione consiste nella facoltà riconosciuta ai cittadini di presentare, in sostituzione delle tradizionali certificazioni richieste, propri stati e requisiti personali, mediante apposite dichiarazioni  firmate dall'interessato. La firma non deve essere  autenticata.

L'autocertificazione sostituisce i certificati senza che ci sia necessità di presentare successivamente il certificato vero e proprio.La pubblica amministrazione ha l'obbligo di accettarle, riservandosi la possibilità di controllo e verifica in caso di sussistenza di ragionevoli dubbi sulla veridicità del loro contenuto.

L'autocertificazione può essere presentata personalmente, spedita, trasmessa per fax o consegnata da una terza persona. 

Ha la stessa validità del certificato che sostituisce (generalmente è quindi valida sei mesi).

Approfondimenti

Dati e stati che si possono autocertificare

Si possono autocertificare i seguenti dati:

- i dati contenuti nella carta d'identità;
- godimento dei diritti civili e politici;
- stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
- stato di famiglia anche per ottenere gli assegni familiari;
- esistenza in vita;
- nascita del figlio, decesso del coniuge o parente di primo grado;
- iscrizioni in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
- appartenenza ad ordini professionali;
- titolo di studio, esami sostenuti, qualifica professionale, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
- situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
- assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto;
- possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria;
- qualità di disoccupato, di pensionato, di studente;
- vivenza a carico;
- qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
- iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
- adempimento degli obblighi militari e i dati del foglio matricolare; 
- non aver riportato condanne penali e non essere sottoposto a misure di prevenzione, decisioni civili e provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della normativa vigente;
- non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
- non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e non aver presentato domanda di concordato.

Requisiti

Possono avvalersi dell'autocertificazione:

  • i cittadini italiani e dell'Unione europea;

  • le persone giuridiche, le societa' di persone, alle pubbliche amministrazioni e agli enti, alle associazioni e ai comitati aventi sede legale in Italia o in uno dei Paesi dell'Unione europea;

  • i cittadini di Stati non appartenenti all'Unione regolarmente soggiornanti in Italia, limitatamente agli stati, alle qualita' personali e ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani, fatte salve le speciali disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell'immigrazione e la condizione dello straniero.

Documentazione

Si può utilizzare il modulo appositamente predisposto.

In Comune di Calenzano…

L'autocertificazione può essere presentata personalmente, spedita, trasmessa per fax o consegnata da una terza persona, allo Sportello del Cittadino 

 

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Certificati e documenti
Ultimo aggiornamento: 20/04/2021 10:55.01